CONTENTSTART

Il Negroni festeggia 100 anni: storia di un cocktailluglio 11, 2019

L'origine di molti cocktail è spesso oggetto di dibattito, e il Negroni non fa eccezione. Scopri l’origine di questo cocktail che viene mescolato, non agitato, e in cui il ghiaccio non può mancare.

James Bond prendeva solitamente un Negroni quando non era dell'umore giusto per un Martini, e quando Orson Welles lo ha assaggiato per la prima volta nel 1947, ha detto: gli amari sono eccellenti per il fegato, il gin fa male al corpo, ci deve essere un equilibrio tra i due.

Negroni è un cognome con una lunga storia e la famiglia a cui appartiene sembra avere diversi rami sia in Francia che in Italia, quindi l’orgoglio italiano e francese è in gioco.

Un tocco americano

Secondo le versioni popolari, l'origine del Negroni si trova in un famoso aperitivo tradizionale del nord dell’Italia dell’inizio del XX secolo. Gaz Regan nei suoi testi sul Negroni ha scritto che, grazie a Dom Costa, sappiamo che il Negroni è una versione di un altro cocktail chiamato l'“Americano”, conosciuto prima come Milano-Torino Cocktail, per le città d'origine dei suoi due ingredienti principali nella sua ricetta storica: il Campari (Milano) e il vermouth Punt e Mes (Torino).

Si dice che il cocktail Milano-Torino fu inventato negli anni 1860 al Caffè Camparino di Milano, proprietà di Gaspare Campari. La bevanda divenne popolare tra gli statunitensi che, essendo i tempi della Legge Secca nel loro paese, erano soliti consumatori di alcolici quando viaggiavano, e nel caso che ci riguarda chiedevano di aggiungere un po’ di soda nel loro Milano-Torino, così nacque il cosiddetto “Americano”. 

Tuttavia, sia Dale Degroff in The Essential Cocoktail che Anistatia Miller e Jared Brown nel loro libro Spiritous Journey assicurano che il Milano-Torino conteneva già la soda e che è stato semplicemente ribattezzato “Americano” perché agli statunitensi era piaciuto tanto. Ci sono altri motivi che spiegano perché la bevanda abbia preso quel nome, ma oggi non parliamo della storia dell'“Americano”.

Il Conte Negroni

Si dice che, più tardi, nel 1919, un conte italiano di nome Camillo Negroni, noto come un giovane furbo e cliente abituale del Bar Casoni, che più tardi si conoscerebbe come Caffè Giacosa, in via Tournaboni a Firenze, un giorno chiese che il suo “Americano” fosse un po’ più forte. Il barista, Fosco Scarselli, ha risposto cambiando la soda per il gin e la combinazione è diventata il solito cocktail del conte. Gli altri clienti del bar hanno iniziato presto a ordinare il drink del conte Negroni e dopo un po’ la bevanda divenne conosciuta semplicemente come Negroni. 

La ricetta

Rosso brillante, il Negroni riesce a essere sofisticato e semplice allo stesso tempo ed è sicuramente per un palato adulto. Per molti è semplicemente troppo amaro. Ha un sapore stimolante e complesso, che lo rende l'aperitivo perfetto e, sebbene sia popolare in tutto il mondo, è assolutamente spettacolare al momento dell’aperitivo a Milano.

 

Negroni cumple 100 años

Alice Lascelles ha scritto per il suo Ten Cocktails: "Se ti senti davvero audace, puoi alterare l'equilibrio della formula senza metterti in pericolo di morte, assicurati di contemplare sempre la Santa Trinità terra / speziato (vermut), agrodolce / sciropposo (Campari o un amaro simile) e gin forte / pulito, vodka o tequila bianca, anche se il gin è sempre ciò che funziona meglio ".

Alcune persone chiedono di agitare il Negroni, ma sbagliano, dovrebbe, ovviamente, essere mescolato. C'è qualcosa in questa bevanda, per cui non dobbiamo preoccuparci per i mixing glass e i colini, ti facciamo una raccomandazione: mescola gli ingredienti direttamente in un bicchiere con ghiaccio.

Certi baristi scelgono di servire i Negroni direttamente in un bicchiere ghiacciato, in cui caso è essenziale dare a questa bevanda una buona mescola con il ghiaccio per fornire una diluizione sufficiente e per aprire gli aromi dei numerosi ingredienti botanici. Amaro e asciutto, ma molto gustoso, prende la sua profondità dal vermouth, si concentra sul dolce amaro Campari e diventa perfetto grazie alla vitalità del gin. Il tocco finale del Negroni è aggiungere un twist oppure una fetta di arancia.

Per conoscere tutte le opzioni delle macchine per il ghiaccio del nostro marchio Manitowoc non esitate a contattarci: WBT_banner_manitowoc-IT.jpg
CONTENTEND

Convotherm Software Updates

We are pleased to provide you the latest software updates of the Convotherm range.

Please just agree our terms and conditions of licence and use for using the software.

I noticed the terms and conditions of licence and agree


Please note:

The particular software update for Convotherm 4 gas units has to be done by an authorised service partner (there are adjustment steps necessary).

Please ensure that only software which is suitable for the unit series is installed on your Convotherm unit. This software cannot be used for other unit types from the range. If this is disregarded, no liability will be assumed for malfunctions.

Convotherm Service manuals

This section is available for authorized service partner only.

Some files are protected with a password. If you need the password please get in contact with our After Sales Service: con.kundendienst@manitowoc.com

We use cookies that are strictly neccessary to make our website function correctly.

We'd also like to set optional cookies to help us improve our web pages.

For more information read our cookie policy.